Ti riconosco!

Caro zio Mimmo,

mi voglio proprio congratulare per il tuo libro!

E’ stata per me una sorpresa, una graditissima sorpresa.

Nonostante tu, modestamente, dica di non avere alcuna pretesa letteraria, siamo di fronte ad una testimonianza che trasmette tutta intera la “realtà” di ciò che hai vissuto. Io allora ero piccolo, ma il tuo scritto mi ha comunque rievocato qualche carissimo ricordo, come ad esempio quando racconti del tuo passaggio da Lucca…

Le tue pagine mostrano con evidenza la tua modestia. Infatti tu non enfatizzi mai, anzi spesso preferisci minimizzare (“… I miei compiti per ora sono due. Il primo è quello dei lavoretti per le scuole…”).

Emerge inoltre con forza tutta la tua umanità (“…era il mio caro comandante la compagnia…”  “…quel poveretto…” ” … era un giovane bravo, affettuoso, affabile…” “… Mi ha fatto pena, perché in fin dei conti era un ottimo militare…”)

Traspare infine dall’opera la tua rettitudine e la tua dignità.

Ti riconosco!

Ancora complimenti!

Ti abbraccio forte forte tuo Egidio

Questa voce è stata pubblicata in La parola ai lettori e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>