Le mie impressioni

Egregio prof. Buccellato,

ho finito di leggere il libro che lei cortesemente ci ha donato e sento come la necessità di esternarle le mie impressioni.

Devo confessare che l’ho letto dall’inizio alla fine senza fermarmi, se non per meditare su qualche pagina che mi ha particolarmente colpito per la crudezza degli avvenimenti, ma anche per il grande senso di umanità che, in situazione pur così terribili, non abbandonarono mai Lei e gli altri protagonisti di vicende umane così drammatiche.

Che dire? Tutto il racconto, esposto con semplicità e immediatezza, tocca veramente il cuore di chi legge, anche e specialmente per chi conosce l’Autore, persona di grande levatura morale e umana, che ha saputo sopportare con senso cristiano e dignità i dolorosi fatti narrati, senza mai imprecazioni contro chicchessia, esempio raro in un mondo in cui urlare e scagliarsi con violenza contro tutto e tutti è diventato una moda.

Grazie ancora, prof. Buccellato, anche a nome di mia moglie, Mariella Venza, per questo libro e per la sua stupenda chiusa che lo conclude.

Affettuosi saluti,
Vincenzo Accardo.

Questa voce è stata pubblicata in La parola ai lettori e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>